Segnala ad un amico

Greenpeace IT Cool: Google primo in classifica

23 Febbraio 2012 - E’ stato pubblicato il report di greenpeace che valuta 21 multinazionali in virtù della loro attenzione verso la salvaguardia del clima. Google svetta primo seguito da Cisco ed Ericsson.

 

Il rapporto stilato da Greenpeace che punta a sensibilizzare l’industria IT (Information Technology) affinchè metta a frutto il suo potenziale e le proprie conoscenze per dare inizio a una vera e propria rivoluzione energetica è giunto quest’anno alla sua 5° edizione.

IT Cool analizza il comportamento e le strategie di ben 21 aziende multinazionali basandosi su 3 parametri principali:

- politiche di approvvigionamento energetico e di efficienza;
- disponibilità ad assumere impegni e sviluppare soluzioni per ridurre l’impronta energetica;
- impegno nella promozione delle fonti energetiche rinnovabili.

Primo in classifica per il suo impegno in difesa del clima è Google, colosso internazionale dei motori di ricerca che, oltre ad impegnarsi utilizzando energia rinnovabile (ricordiamo che nel nel 2007 sulle coperture della sua sede di Mountain View fu installato un impianto fotovoltaico di 1,6 MWp utilizzando oltre 9000 moduli Sharp) ha innalzato i propri target sulla riduzione dei gas serra dal 20% al 30% al 2020.

Al 2° posto si posiziona Cisco che, insieme a DELL, si è distinta per essere riuscita ad alimentare le proprie infrastrutture con una quota del 20% almeno di energia prodotta da fonti rinnovabili.

Il 3° gradino del podio è occupato parimerito da Ericssone e Fujitsu.

 

Per scaricare il report completo clicca qui.

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news