In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Detrazione IRPEF del 50% per il fotovoltaico

23 Ottobre 2012 - La richiesta parte da Confindustria Anie che sollecita l'applicazione della detrazione fiscale anche per gli impianti fotovoltaici.

 

La richiesta di Confindustria Anie è molto semplice: poter applicare le detrazioni IRPEF del 50% anche agli impianti fotovoltaici, così come già accade per gli impianti elettrici, idraulici e di riscaldamento.

La normativa a riguardo infatti, non fornendo un’interpretazione univoca, ha fatto sì che alcune Agenzie delle Entrate territoriali avrebbero, secondo quanto riportato da alcune aziende associate ANIE, negato l’estensione della detrazione Irpef del 50%, fino al giugno 2013, agli impianti fotovoltaici destinati alla produzione di energia elettrica che accedono esclusivamente ai meccanismi dello scambio sul posto.

Secondo quanto sostenuto da Confindustria Anie, invece, la detrazione in questione dovrebbe essere applicabile anche agli acquisti e alla realizzazione su un edificio ad uso residenziale di impianti FV che producono energia per autoconsumo, in quanto tali sistemi sono considerati parte integrante dell'impianto elettrico.

“Equiparare l'installazione di un impianto fotovoltaico ad una ristrutturazione edilizia – ha dichiara Valerio Natalizia (Presidente di Anie/Gifi) – è un passo in avanti verso la reale integrazione e standardizzazione della tecnologia nel sistema edificio. I dubbi interpretativi sull'applicazione della legge devono essere immediatamente chiariti per non creare ulteriori interruzioni allo sviluppo del mercato fotovoltaico, allo scopo di sostenere l'industria nazionale fotovoltaica già colpita fortemente dai numerosi cambi normativi di quest'anno”.

 

Fonte: GIFI

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news