Segnala ad un amico

Fotovoltaico e detrazione: l'Agenzia delle Entrate chiarisce

4 Aprile 2013 - L’Agenzia delle Entrate, attraverso la Risoluzione n. 22 del 2 aprile 2013, ha reso noto un ulteriore chiarimento sulle detrazioni fiscali applicabili al fotovoltaico ridefinendo al contempo anche il concetto di risparmio energetico.

 

La Risoluzione n. 22 emessa il 2 aprile 2013 dall’Agenzia delle Entrate, includendo esplicitamente anche l’installazione di impianti fotovoltaici tra gli interventi volti al risparmio energetico, ha sollevato qualche dubbio sulla possibilità che, oltre alla detrazione IRPEF del 50% (che tornerà al 36% dal 1° luglio 2013) per le detrazioni edilizie, il fotovoltaico potrebbe usufruire anche della detrazione del 55% per interventi volti al risparmio energetico.

Qualenergia.it, dopo un’attenta analisi delle fonti, ha fornito una sua interpretazione secondo la quale “il fotovoltaico non può accedere alle detrazioni del 55%. Unico caso – tutto da verificare – in cui un impianto FV potrebbe godere dell'incentivo è se servisse anche al fabbisogno termico, ad esempio, perché fornirebbe energia a sistemi di riscaldamento elettrici come le pompe di calore.”

Il dubbio nasce dal fatto che la Risoluzione conferma che la realizzazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili, come il fotovoltaico appunto, possa essere equiparata a tutti gli effetti alla realizzazione di interventi finalizzati al risparmio energetico e quindi, possa usufruire anche delle detrazioni del 55% per l’efficienza energetica.

Ma, come evidenzia Qualenergia.it, “l’Agenzia delle Entrate e l'Enea in passato hanno chiarito più volte che il FV non può godere delle detrazioni del 55%.”

Secondo questa interpretazione l’unica possibilità per cui il FV potrebbe godere delle detrazioni del 55% potrebbe essere di abbinarlo all’installazione di pompe di calore che soddisfino il fabbisogno dei consumi per la climatizzazione invernale. A tal proposito è stata interpellata l’Agenzia delle Entrate e si è adesso in attesa di una risposta che potrebbe eventualmente aprire nuovi scenari.

 

Al momento le uniche certezze fornite dalla Risoluzione n. 22 sono le seguenti:

  • Le spese di acquisto e di realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica possono usufruire della detrazione 50% fino al 30 giugno 2013, e del 36% dal 1° luglio in poi;
  • L'impianto fotovoltaico potrà usufruire della detrazione solo se sarà direttamente a servizio dell’abitazione del contribuente;

  • E’ ammesso l’abbinamento con lo scambio sul posto e il ritiro dedicato;

  • La documentazione da produrre dovrà attestare che l’impianto in questione è a servizio di un edificio residenziale.

 

 Scarica qui la Risoluzione n. 22 del 2 aprile 2013.

 

Fonte: Qualenergia.it

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news