In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Prestazioni dei moduli fotovoltaici e temperatura

7 Febbraio 2005 - Il LEEE della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana valuta in laboratorio il comportamento elettrico dei moduli fotovoltaici in funzione della loro temperatura.

 

Il Laboratorio Energia Ecologia Economia (LEEE) della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) sta valutando un aspetto importante nella progettazione degli impianti fotovoltaici: il comportamento elettrico dei moduli in funzione della loro temperatura.

Infatti, oltre alla misura della caratteristica elettrica a “condizioni standard STC” (25°C e 1000 W/m2), il LEEE intende determinare i coefficienti di temperatura dei moduli FV: coefficienti α e β. Il coefficiente di temperatura di un dispositivo FV definisce la variazione di tensione, corrente e/o potenza di un dispositivo FV dovuta al cambiamento della temperatura delle celle.
α è il coefficiente di temperatura della corrente, cioè la variazione della corrente di corto circuito (Isc) di un dispositivo FV per °C di variazione della temperatura delle celle. β è il coefficiente di temperatura della tensione di circuito aperto (Voc) di un dispositivo FV per °C di variazione della temperatura delle celle.

Nelle celle al silicio cristallino, in genere, il coefficiente α è positivo (la corrente aumenta all’aumentare della temperatura), mentre il coefficiente β è negativo (la tensione diminuisce all’aumentare della temperatura). La variazione di temperatura influisce di più sulla tensione che sulla corrente.

Il LEEE offrirà questo servizio grazie ad una nuova camera termostatica appositamente concepita. La procedura di determinazione del coefficiente di temperatura è stata così definita: misura della caratteristica I-V a intervalli di 5°C, partendo da 25°C fino a 60°C (9 misure). Le misure vengono eseguite scaldando gradualmente il modulo e quando questo si trova alla temperatura richiesta da almeno 5 minuti. Il LEEE sta preparando la documentazione necessaria per l’accreditamento di questa prova nel 2005, in occasione del prossimo controllo di qualità.


Per informazioni: www.leee.supsi.ch

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news