In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

La Sharp a 1,40 mld $

31 Marzo 2005 - La Sharp resta ancora leader incontrastata del settore industriale del fotovoltaico con una produzione di celle pari a 324 MW, pari al 25,8% del mercato mondiale.

 

La società giapponese di elettronica Sharp ha annunciato in questi giorni che raggiungerà il previsto risultato di vendita di celle fotovoltaiche per l'attuale anno fiscale.
All'inizio dell'anno, la società ha presentato il proprio obiettivo per la vendita di celle FV, fissandolo a 150 miliardi di yen (1,40 miliardi di dollari) per il prossimo anno fiscale, che avrà inizio il 1 aprile. Per l'anno fiscale che si è appena concluso la previsione, ampiamente rispettata, era invece di 110 miliardi di yen.

Takashi Tomita, General Manager di Sharp per il settore solare, ha detto, nel corso di una conferenza stampa, che le vendite per il 2004/05 stanno andando oltre le attese, grazie alla notevole domanda di numerosi paesi, tra cui la Germania, gli Stati Uniti e il Giappone.
A livello mondiale nel 2004 sono state prodotte celle FV per circa 1.256 MW, con un incremento del 67% rispetto al 2003 (750 MW). Una crescita rapidissima e impressionante, mai registrata in passato!

Nonostante la Sharp non abbia avuto una crescita percentuale di questo livello, resta ancora leader incontrastata del settore industriale del fotovoltaico con una quota del 25,8% del mercato (circa 324 MW), distanziando nettamente le aziende situate in seconda e terza posizione, rispettivamente, Kyocera (8,3% del mercato delle celle FV) e BP Solar (6,8%).
Le tre aziende che seguono la Sharp hanno insieme una produzione di celle pari a una potenza di 265 MW, inferiore a quella della sola Sharp.

La Sharp quest’anno avrà operative 10 linee produttive con una capacità di circa 400 MW, anche se alcune fonti fanno ritenere che già oggi questa capacità produttiva sia molto più alta, anche superiore ai 500 MW.

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news