In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Conto Energia per il fotovoltaico - prossima l'uscita del Decreto

15 Luglio 2005 - Nei giorni 13 e 14 luglio la Conferenza Stato-Regione ha valutato la bozza di decreto del Conto Energia sul fotovoltaico. Alcune possibili variazioni rispetto all’ultima versione.

 

 

E' stata discussa dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni l’ultima versione della bozza di decreto legge relativa al conto energia che prevede la remunerazione dell’elettricità prodotta con i sistemi fotovoltaici.

Da quanto è dato sapere la Conferenza ha concesso il via libera al decreto anche se solamente nel corso della prossima settimana potremo fornire dettagli sui contenuti del provvedimento definitivo.

 Rispetto alla versione della bozza di cui abbiamo riferito (vedi News Enerpoint del 21 giugno), alla Conferenza Unificata è stata sottoposto un documento successivo leggermente variato in alcune sue parti. In particolare le differenze più rilevanti rispetto alla precedente versione sono almeno tre:1.      la tariffa incentivante per impianti con taglia da 20 a 50 kWp passa da 0,45 a 0,47 €, sempre per 20 anni; 2.      per gli impianti con taglia da 50 a 1.000 kW il soggetto responsabile dell’impianto è tenuto a costituire una cauzione, sotto forma di fideiussione bancaria o polizza assicurativa, nella misura di 1.500 € per kWp da installare. Tutti gli operatori confidano che grazie all’entrata in vigore di questo decreto (necessitano tuttavia delibere specifiche dell’Autorità riguardanti aspetti tecnici per la connessione alla rete degli impianti), il mercato nazionale del fotovoltaico possa far crescere significativamente, già nel 2006, le installazioni rispetto agli anni 2004 e 2005. 

In generale riteniamo che il Decreto Attuativo (così come risulta dalle informazioni ricevute) possa rappresentare una valida opportunità per il settore fotovoltaico italiano.

Maggiori dettagli saranno pubblicati non appena si avrà l’approvazione definitiva del Decreto.

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news