In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Conto Energia Fotovoltaico anche in Italia

20 Luglio 2005 - Finalmente Ŕ in dirittura di arrivo il Conto Energia, un sistema di incentivazione che ha permesso il decollo del fotovoltaico in Germania e in Spagna. Vendere energia solare fotovoltaica alla Rete di distribuzione ad una tariffa vantaggiosa sta per diventare realtÓ.

 

Finalmente anche in Italia, grazie al Conto Energia,
si potrà vendere energia elettrica prodotta da
sistemi fotovoltaici alla rete elettrica locale,
come avviene ormai da anni in altri paesi d'Europa,
Germania e Spagna in testa.


Giovedì scorso la Conferenza Unificata delle Regioni
ha dato il via libera al Decreto preparato dal Ministero delle Attività produttive (Min. Scaiola)
e dal Ministero dell'Ambiente (Min. Matteoli). Manca solo l'approvazione
finale del Consiglio dei Ministri e la definizione dei dettagli
tecnico-amministrativi a cui deve provvedere l'Autorità per l'Energia
Elettrica e il Gas: forse già entro la fine dell'anno si potranno inoltrare
le richieste per poter accedere a questo nuovo sistema di incentivazione.

Tutta l'energia elettrica prodotta dai sistemi fotovoltaici (misurata
tramite un contatore che verrà installato a valle del sistema) verrà pagata
per 20 anni con una tariffa molto interessante:
-> 0,45 euro/kWh per gli impianti da 1 a 20 kWp,
-> 0,47 euro/kWh nel caso di impianti da 20 a 50 kWp,

mentre per i sistemi di potenza compresa tra 50 e 1000 kWp si stilerà una
graduatoria per cui chi chiede di meno avrà più possibilità di vedersi
assegnata la tariffa.

La stessa energia elettrica da fonte fotovoltaica potrà essere usata per
alimentare le utenze di casa e quando l'impianto produrrà più energia di
quella che serve in quel momento, l'energia elettrica solare verrà immessa
nella rete elettrica locale, venendo conteggiata da un ulteriore apposito
contatore, in modo che il distributore locale potrà scontare dalle bollette
future l'energia elettrica ricevuta nella propria rete.


In pratica, verrà sommato all'incentivo definito dalle tariffe sopra
esposte il risparmio reso possibile dall'utilizzo della stessa energia
elettrica solare
(che equivale ad energia non prelevata dalla rete e quindi
che non si vedrà mai sulle bollette).


Facciamo un ESEMPIO: un sistema solare fotovoltaico da 2 kWp (16 metri
quadrati di moduli da installare in spazi ben rivolti al sole e privi di
ombreggiamenti) produce nel Centro Italia circa 2.600 kWh/anno di energia
elettrica (pulita!). Con il Conto Energia si potrà guadagnare ogni anno
1.170 euro
(2.600 kWh/anno x 0,45 euro/kWh), a cui si aggiunge un risparmio
di circa 470 euro
(considerando un costo medio dell'energia di circa 0,18
euro/kWh, moltiplicato sempre per 2.600 kWh/anno). Complessivamente, il
vantaggio economico risulterà di circa 1.640 euro/anno. Considerando che il
prezzo chiavi in mano di un impianto da 2 kWp è di circa 15.000,00 euro
(IVA 10% inclusa), dopo 9 anni si rientra dell'investimento e si comincia a
guadagnare
.

Tali sistemi possono essere considerati come dei veri e propri investimenti
finanziari, come avviene in Germania
: ecco che all'impianto fotovoltaico si
associa un tasso interno di rendimento, che risulta essere molto superiore
ai tassi tipici degli investimenti in titoli di stato (6 - 8%).


Ma non dimentichiamoci il motivo principale per cui diversi Stati d'Europa
e non solo decidono di supportare l'energia solare fotovoltaica: bisogna
ridurre sia l'effetto serra che la dipendenza dai combustibili fossili.


Certo, sarebbe auspicabile che questi giusti ed encomiabili provvedimenti 
fossero accompagnati da un simultaneo e coerente cambiamento di rotta,
rinunciando al carbone e spingendo con ancora maggiore convinzione le altre
fonti rinnovabili (solare termico ed eolico in testa) ma soprattutto
promuovendo e, perchè no, imponendo sempre più necessari risparmi
energetici (coibentazione edifici, illuminazione a basso consumo, gestione
più attenta dei consumi,...).

Per ricevere i prossimi aggiornamenti sul Conto Energia, approfondimenti sulle applicazioni solari e sul mercato termico e fotovoltaico, iscriviti a enerpoint news.

clicca qui  per iscriverti

Riceverai bimestralmente enerpoint news e aggiornamenti importanti sul "Conto Energia".

 

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news