In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

PV Med di Catania: Proposta "Piattaforma Tecnologica" per il FV

11 Novembre 2005 - Alla Conferenza Mediterranea del Fotovoltaico, svoltasi a Catania dal 5 al 6 ottobre scorso, si è registrata la presenza di oltre 350 partecipanti provenienti da 28 nazioni. Il bacino del Mediterraneo e l’enorme potenziale di sviluppo di un mercato del FV.

 

Alla Conferenza PV MED (Conferenza Mediterranea del Fotovoltaico), svoltasi a Catania dal 5 al 6 ottobre scorso, si è registrata la presenza di oltre 350 partecipanti provenienti da 28 nazioni.

 

Nell’evento, organizzato dall’EPIA in collaborazione con il Ministero Ambiente, si è messo in luce come lo sviluppo delle fonti rinnovabili nel bacino del Mediterraneo, con particolare riguardo allo sfruttamento dell’energia solare, non può certo considerarsi significativo, nonostante le enormi potenzialità che quest’area offre per lo sviluppo di tale tecnologia e del conseguente mercato.

Nell’ambito della Conferenza Mediterranea, il presidente della Regione Sicilia Salvatore Cuffaro ha lanciato la proposta di una forte intesa di cooperazione per realizzare i presupposti di un’economia legata all’utilizzo delle fonti rinnovabili e del settore fotovoltaico in particolare, in grado di produrre ricchezza, occupazione e sviluppo economico nell’intero bacino del Mediterraneo.

 

Il Ministero dell’Ambiente ha garantito il pieno sostegno alla proposta di Cuffaro di creare una “Piattaforma Tecnologica” per lo sviluppo di un distretto industriale nel settore del solare fotovoltaico in Sicilia.

 

Il Presidente dell’EPIA, Murray Cameron, nel ricordare il legame tra Europa e sud del Mediterraneo, ha precisato che l’industria fotovoltaica europea, grazie alla lunga esperienza maturata nel settore e alla sua vicinanza al mercato mediterraneo, è in grado di soddisfare con i suoi prodotti d’elevata qualità il bisogno di tecnologia FV dell’area Mediterranea.

 Le problematiche specifiche per lo sviluppo del FV sono state oggetto di una successiva discussione che si è articolata in tre sessioni parallele: “Applicazioni rurali”, “Sviluppo del mercato” e “Nuove Tecnologie”.  

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news