In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Oggi pomeriggio intervento dell'Ing. Viscontini al Convegno "Dopodomani Kyoto"

14 Febbraio 2006 -

 

Oggi pomeriggio nell'ambito del Convegno "Dopodomani Kyoto" presso l'Assolombarda di Milano è in programma l'intervento dell'Ing. Paolo Rocco Viscontini dal titolo "Il Boom del Fotovoltaico".
--------------------------------------
Convegno organizzato dal Kyoto Club
"Dopodomani Kyoto"
Milano, 14 febbraio 2006
Assolombarda – Via Pantano 9
--------------------------------------
Il Convegno
Dopodomani, perché il 16 febbraio cade il primo anniversario dell’entrata in vigore del Protocollo.
Dopodomani, perché la data di inizio del conteggio delle emissioni è molto vicina – mancano poco più di 22 mesi - occorre quindi innalzare notevolmente l’attenzione su questa scadenza internazionale e predisporre politiche adeguate per non trovarci impreparati e rispondere con competitività ed efficienza agli impegni presi a livello internazionale.
Il Boom del Fotovoltaico, Ing. Viscontini

Sul fronte delle energie rinnovabili Paolo Rocco Viscontini, Presidente di Enerpoint S.r.l., illustra uno scenario che vede finalmente l'Italia protagonista di un vero e proprio boom del fotovoltaico, a seguito dell'introduzione del Sistema incentivante Conto Energia. Pur ponendo l'attenzione su alcuni rischi e fattori di criticità che possono rallentare uno sviluppo ormai avviato, conferma una visione ottimistica per i prossimi anni sottolineando:

"Siamo solo agli inizi.Una corretta politica energetica deve avere una visione di medio-lungo termine. Il fotovoltaico, grazie soprattutto al Conto Energia, darà un contributo inaspettatamente significativo (qualche punto percentuale) al bilancio energetico nazionale entro 15-20 anni, con benefici ambientali difficilmente raggiungibili con altre tecnologie."

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news