In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Integrare il fotovoltaico nell’ambiente costruito urbano

15 Maggio 2006 - Si è appena concluso un progetto di studio “Sun Cities” finanziato dalla Comunità Europea che aveva per oggetto l’integrazione del fotovoltaico negli edifici di 3 paesi dell’Unione, Olanda, UK e Germania. Coinvolta anche l’industria delle costruzioni.

 

Si è appena concluso un progetto di studio finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito del V° Programma Quadro che aveva per oggetto l’integrazione del fotovoltaico (FV) negli edifici cittadini di 3 paesi dell’Unione, Olanda, Gran Bretagna e Germania.

 Il progetto “Sun Cities” (2002-2006), che ha riguardato quasi 1700 nuove case con l’installazione di 3 MW di potenza fotovoltaica in totale, ha consentito di far lavorare ad uno stesso obiettivo diversi partner in rappresentanza dei progettisti degli impianti, delle società elettriche e dei costruttori delle abitazioni.

Moduli mono e policristalini sono stati utilizzati per un’ampia varietà e livelli di integrazione nei progetti edilizi: facciate, tetti piani, tetti a falda, per case singole e condomini.

 

L’inserimento dei sistemi fotovoltaici (in genere con potenze da 1 a 3 kWp) è stato realizzato con tecniche a basso costo, utilizzando ad esempio cornici esterne di alluminio o sistemi di montaggio universali per tetti  FV.

 

Il progetto aveva almeno 4 scopi principali:

1) dimostrare che le autorità locali possono assolvere ad una parte dei loro obiettivi di riduzione della CO2 tramite l’inserimento del FV nell’ambiente costruito;

2) dimostrare che il FV può essere inserito facilmente ma in modo gradevole quando è pienamente integrato nella pianificazione urbana e nel processo costruttivo in uno specifico sito;

3) ottenere un’importante riduzione di costo (meno di 3,5 per Wp nel 2004) in diversi stati membri per un’integrazione del FV su grande scala; disseminare i risultati di questo approccio integrale soprattutto all’industria delle costruzioni.

 

Il rapporto che raccoglie gli interventi previsti dal progetto è intitolato “Large-scale high density low-emission new housing developments with full integration of PV in urban planning process” ed è scaricabile alla seguente pagina:

 http://ec.europa.eu/energy/res/sectors/doc/photovoltaic/architectural_design_270206.pdf

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news