In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

L’Associazione delle industrie europee del fotovoltaico adotta una nuova strategia per lo sviluppo del mercato

6 Giugno 2006 - Il Piano di azione 2006-2010 dell’EPIA ha l’obiettivo di raggiungere al 2010 un mercato annuale con una potenza di 2,7 GW (5,4 GW cumulativi). Eletto il nuovo Presidente e il nuovo Board dell’EPIA.

 

Il nuovo Consiglio dell’EPIA (European Photovoltaic Industry Association) è stato eletto per i prossimi 4 anni; della stessa durata è il nuovo piano di azione per lo sviluppo del mercato fotovoltaico che lo scorso 20 maggio è stato elaborato e approvato all’unanimità dall’associazione.

 

I soci dell’EPIA hanno così tracciato la linea d’azione che dovrà essere perseguita dal 2006 al 2010; essa si basa sui risultati della più recente strategia del periodo 2003-2006, ampiamente orientata verso azioni di promozione del mercato e avrà come obiettivo il raggiungimento al 2010 di un mercato annuale con una potenza di 2,7 GW, che significherebbe poter produrre elettricità con il FV per il fabbisogno di oltre 7 milioni di famiglie. A livello cumulativo l’obiettivo è di raggiungere una potenza totale installata di 5,4 GWp.

 

Per ottenere questo obiettivo il piano d’azione sarà articolato su pilastri:

1) Competitività: raggiungere una produzione di massa per consentire una riduzione dei costi;

2) Innovazione: finanziare progetti di ricerca e sviluppo all’interno del prossimo 7° programma quadro della Commissione Europea e in tutta Europa destinare, a questo scopo, circa 250 milioni di euro all’anno;

3) Qualità: migliorare l’immagine del fotovoltaico e contribuire al benessere della società;

4) Promozione: migliorare la comunicazione dell’EPIA per renderla sempre più una voce credibile.

 

Le risorse totali messe in campo dall’EPIA per questa nuova strategia ammontano a circa 10 milioni di euro nell’arco dei 4 anni.

 

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news