In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

I Comuni del Valdarno fiorentino pensano al fotovoltaico per tutti gli edifici pubblici

21 Novembre 2006 - Gli assessori dei comuni di Figline, Reggello, Rignano e Incisa valuteranno la fattibilitā tecnico-economica dell'intervento

 

Quando pensiamo alle fonti rinnovabili e all’energia del futuro dobbiamo pensare che nel futuro incideranno sempre di più le politiche e le decisioni decentralizzate, quelle che guardano più da vicino la realtà locale, le risorse disponibili e i reali consumi delle comunità.
E’ un po’ quello che stanno considerando i quattro Comuni del Valdarno fiorentino, con l’obiettivo di utilizzare sole e vento anche per mitigare il sempre maggiore aggravio dei costi dell’energia e di fornire servizi migliori.

In sintesi è questo il resoconto della prima riunione unitaria fra gli assessori ai lavori pubblici di Figline, Reggello, Rignano e Incisa. “Dall'incontro – ha detto Gianfranco Mazzetta, l'assessore incisano, promotore dell'iniziativa - è nata l’idea di lavorare insieme pensando al tema della produzione dell’energia, poiché questo aspetto, rimasto finora ai margini perché non ritenuto di dominio dei comuni, sarà una delle grandi questioni che gli amministratori locali dovranno affrontare nei prossimi anni”.

Gli assessori ritengono che i prezzi per la produzione di energia saranno in costante aumento, e con l’aumento anche degli insediamenti urbanistici, delle strade e della necessità di impiantare nuovi lampioni, aumenterà anche la richiesta di illuminazione e di servizi.

Una proposta attorno alla quale sviluppare un progetto più ampio è quella di dotare di impianto fotovoltaico tutti gli edifici pubblici dei quattro comuni, come scuole, biblioteche, palazzi municipali, piscine, palestre, ecc. Come dicono gli stessi amministratori “sarebbe veramente importante che fossero i comuni a dare l'esempio, così come sarebbe importante che oltre al fotovoltaico si pensasse anche a potenziare gli impianti eolici che già sono attivi sul monte Secchiata.

Per verificare la fattibilità tecnico-economica di questi interventi nelle prossime settimane si incontreranno i tecnici delle quattro amministrazioni toscane.

 

Fonte: Fonte: La Nazione (15/11/2006)

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news