In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Progetto Uganda: ospedale di Angal, ecco i risultati!!!

7 Dicembre 2006 -

 

Sono stati ultimati i lavori relativi alla realizzazione dell’impianto fotovoltaico per il pompaggio dell’acqua: da circa due mesi un impianto di pompaggio acqua presso l’ospedale di Angal (http://www.amicidiangal.org) è azionato da energia rinnovabile per una efficace ed ecologica estrazione dell’acqua grazie all’utilizzo di nuovi strumenti offerti da Enerpoint.

Nell’ospedale, da decenni venivano utilizzati due pozzi:
• il principale, equipaggiato di pompa immersa azionata dai generatori diesel dell’ospedale
• un secondo, ritenuto di supporto, equipaggiato di pompa a stantuffo azionata meccanicamente  da motore diesel lento.

Dopo una forte scossa tellurica avvenuta nell’autunno 2004 i due pozzi iniziarono ad avere problemi nel fornire il normale fabbisogno di acqua all’ospedale.
Di conseguenza, nella primavera 2005 l’Amministrazione dell’ospedale fece praticare la necessaria operazione di spurgo (clearing) su entrambi i pozzi, iniziando da quello principale di cui fu ripristinata la completa funzionalità.
Durante l’attesa di procedere anche sul pozzo di supporto, si iniziò a pensare di installarvi una pompa solare.

Col supporto di Enerpoint furono eseguiti i dimensionamenti, l’elenco e l’invio del materiale fotovoltaico necessario!!

Questo venne spedito nell’autunno del 2005 con il conseguente inizio dei lavori. A causa di vari problemi insorti durante la realizzazione e delle severe condizioni climatiche incontrate (siccità prolungata), i lavori ebbero termine solo nello scorso autunno 2006.

I risultati raggiunti dal pozzo solare ora sono i seguenti:
• nelle giornate praticamente prive di sole si ottengono circa 3.000 l/d  (3.000 litri al giorno)
• nelle giornate di sole modesto si ottengono da 5.000 a 8.000 l/d
• nelle giornate di sole buono si ottengono da 12.000 a 14.000 l/d (come da calcolo)
• nelle giornate di sole continuo ed eccezionale si sono raggiunti i 18.000 l/d

Possiamo quindi affermare che quello che era il pozzo di supporto è ora in grado di dare tutta l’acqua del consumo giornaliero limitando la necessità di attivare quello principale che, di conseguenza, attualmente svolge il ruolo di supporto per le sole emergenze.
Esso infatti ora è utilizzato solo nei casi di siccità prolungata, o di guasti, o di abnorme consumo di acqua necessario in alcuni momenti di emergenza sanitaria.

I benefici che conseguono sono:
• notevole economia di esercizio
• assenza del consumo di materiali energetici non rinnovabili
• eliminazione dell’inquinamento da combustione di idrocarburi

Per conoscere altre iniziative benefiche di Enerpoint visita la sezione "Enerpoint per l’Africa".

 

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news