In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Mutuo senza interessi per efficienza energetica e rinnovabili

2 Maggio 2007 - Prestiti a tasso zero per i cittadini dei Comuni della Provincia di Milano che intendono effettuare interventi di efficienza energetica e di installazione di fonti rinnovabili, incluso il solare termico e il fotovoltaico

 

FONTI RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO: Prestiti a tasso zero per i proprietari di case e per i condomini dei Comuni della Provincia di Milano che hanno adottato i regolamenti edilizi provinciali eco sostenibili e che intendono effettuare interventi di efficienza energetica e di installazione di fonti rinnovabili. L’accordo è stato sottoscritto all’inizio di aprile tra la Provincia di Milano e le Banche di credito cooperativo di Carugate e di Cernusco sul Naviglio, prime partner finanziarie di un progetto che acquisirà altre partnership strada facendo.

Il “Mutuo a-Profitto”, così si chiama il sistema di credito co-finanziato, prevede che gli interessi sui prestiti concessi ai cittadini saranno ripartiti equamente tra la Provincia di Milano e le Banche. La Provincia impegnerà fino a 1 milione di euro a sostegno delle energie rinnovabili e del risparmio energetico. In sintesi, lo strumento finanziario scelto è lo sconto totale degli interessi bancari sui prestiti che verranno erogati ai cittadini a condizione che essi vengano utilizzati per i seguenti interventi:

- isolamento delle coperture, dei sottotetti e delle terrazze;
- isolamento delle pareti d’ambito inclusa la sostituzione dei serramenti e l’installazione di doppi o tripli vetri;
- rifacimento delle reti di distribuzione del calore comprensive dei sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore;
- sostituzione dei sistemi di generazione del calore purché comprensivi della termoregolazione locale dei corpi scaldanti e della contabilizzazione del calore delle unità immobiliari;
- realizzazione di impianti di riscaldamento e/o raffrescamento centralizzati comprensivi
- di sistemi di regolazione e di contabilizzazione, in sostituzione di impianti autonomi esistenti;
- realizzazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria;
- realizzazione di impianti solari termici per il riscaldamento degli ambienti purché collegati a reti di riscaldamento a bassa temperatura;
- realizzazione di sistemi di riscaldamento/raffrescamento con pompe di calore geotermiche purché alimentino reti di distribuzione del calore a bassa temperatura;
- impianti fotovoltaici di potenza non superiore a 20 kW collegati alla rete elettrica, come previsto dalla normativa vigente.
 

Da notare che la mera sostituzione dei generatori di calore anche con sostituzione del combustibile non è ammessa al prestito a tasso zero.

Sono ammissibili le spese di certificazione energetica e di diagnosi energetica degli edifici; le spese di progettazione degli interventi, di direzione dei lavori e di collaudo delle opere, le spese per la realizzazione delle opere e l’installazione degli impianti.

L’importo minimo della spesa complessiva finanziabile è di € 4.000, mentre quello massimo finanziabile è di € 50.000 per ogni beneficiario.

L'operazione prevede di movimentare 12 milioni di euro all'anno con l’obiettivo di raggiungere l'obiettivo fissato nel Programma Provinciale di Efficienza Energetica, pari alla riduzione di 35.000 tep/anno dei consumi finali di energia primaria nel settore civile.

Data la complessità dell'iniziativa, unica in Italia, verrà effettuata una sperimentazione a scala ridotta (per 300.000 euro) al fine di mettere a punto delle procedure più snelle e veloci possibili, sia tra la Provincia e gli istituti finanziari, sia tra gli istituti finanziari e i beneficiari finali dei contributi in conto interesse.

 

Un passo avanti da lato della domanda per l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili che si aggiunge alle detrazioni fiscali cui i cittadini possono usufruire nella misura del 55% in 3 anni sulla spesa sostenuta.

 

Per informazioni: Provincia di Milano

www.provincia.milano.it/ambiente/novita/novita_dettaglio.jsp?id=174

 

 

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news