In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Lazio: impianti fotovoltaici incentivati negli stabilimenti balneari

18 Luglio 2007 - Firmato un accordo tra la Regione Lazio e l’Assobalneari del Lido di Roma per la realizzazione di impianti solari fotovoltaici altamente integrati. Il contributo, cumulabile con il conto energia, sarà del 20%.

 

Il 13 luglio 2007 la Regione Lazio e l’Assobalneari del Lido di Roma hanno firmato un accordo che prevede, in una prima fase, l’identificazione di una serie di impianti nei quali saranno sperimentati criteri d’integrazione assoluta dei sistemi solari fotovoltaici in modo che l’impatto su zone di pregio e delicate, come quelle sul Parco del Litorale, sia ridotto al minimo. “Il progetto pilota, chiamato Il fotovoltaico sul mare di Roma, rappresenterà una best practice per sviluppare, immediatamente dopo, un’ulteriore azione rivolta a un numero maggiore di stabilimenti su tutta la costa del Lazio”; questo ha dichiarato Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli, al momento di siglare l’accordo. La Regione Lazio finanzierà i progetti selezionati fino al 20% del costo degli impianti, importo che sarà cumulabile con gli incentivi previsti dal Conto Energia.  Molti stabilimenti balneari sono già attivi per quanto concerne l’utilizzo del solare termico, ma l’iniziativa intende rendere possibile per molti stabilimenti di dotarsi di sistemi fotovoltaici che in questo momento sono particolarmente interessanti alla luce del quadro di incentivazione sia nazionale che regionale.  Secondo l’Assessore, “un altro obiettivo dell’iniziativa è far sì che gli stabilimenti del Lido di Roma diventino una vetrina dell’energia solare anche per i cittadini ed uno stimolo per loro ad utilizzarla, magari impiegando anche gli incentivi che a breve saranno messi a punto dalla Regione Lazio”.

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news