In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Vecchio conto energia: oltre 3500 impianti fotovoltaici collegati alla rete!

4 Ottobre 2007 - Al 1░ ottobre la potenza fotovoltaica entrata in esercizio in base al vecchio conto Ŕ di 37,15 MW per un totale di 3.548 impianti. Ancora non sono stati ufficializzati i dati sui primi impianti realizzati con il nuovo conto energia.

 

Il Gestore del Servizio Elettrico (GSE) fa sapere che la potenza fotovoltaica in esercizio nell’ambito degli impianti approvati con il vecchio conto energia è di 37,15 MW.

L’aggiornamento al 1° ottobre conta 3.548 impianti fotovoltaici allacciati alla rete.

Per l’anno in corso la potenza installata (sempre nell’ambito del vecchio conto energia) è stata però pari a 27,74 MW per 2.163 impianti.

Se facciamo un’analisi degli impianti per taglia, notiamo che dall’inizio dell’incentivazione quelli entrati in esercizio con il vecchio conto energia che vanno da 1 a 20 kW di potenza sono 3.289, pari ad una potenza di 12,2 MW; sono 240 (10,2 MW) quelli della taglia 20-50 kWp e 19 (8,15 MW) per la taglia oltre i 50 kWp.

Le regioni con il maggior numero di impianti installati sono la Lombardia (587 impianti per 4,38 MW), l’Emilia Romagna (445 impianti per 4,13 MW), il Veneto (364 impianti per 2,74 MW), la Puglia (252 impianti per 2,85 MW).

Va detto però che è il Trentino Alto Adige, con solo 192 impianti in esercizio, ad essere la regione con la maggiore potenza installata, cioè pari a 5,05 MW.

Degna di rilievo è anche la potenza fotovoltaica in Calabria (2,94 MW con soli 55 impianti) e in Umbria (2,53 MW con 145 impianti).

Ricordiamo che la potenza ammessa all’incentivazione con il primo conto energia era di 387,7 MW (12.433 domande di incentivazione).

Le installazioni del vecchio conto energia dunque crescono lentamente, molto spesso a causa dei lunghi iter di allaccio causati dalle società di distribuzione. Intanto ancora non sono stati ufficializzati i dati degli impianti realizzati con il nuovo conto energia.

Scarica qui la tabella riassuntiva.

 

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news