In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Un mutuo verde per le imprese

10 Gennaio 2008 - Il “Mutuo Verde Azienda” è un nuovo prodotto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate destinato alle imprese dell’area. Valido per l’acquisto e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici e interventi di risparmio energetico

 

La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, dopo aver lanciato un paio di anni fa il “Mutuo verde”, ha allargato la gamma dei finanziamenti agevolati con un nuovo strumento finanziario dedicato alle imprese: “Mutuo Verde Azienda”, appositamente nato per incentivare e sostenere sia gli investimenti in impianti e strumenti per il risparmio energetico – dicono quelli della Bcc - sia gli investimenti in beni materiali e strumentali per prevenire, ridurre e recuperare danni causati all’ambiente nello svolgimento dell’attività dell’impresa.

Il “Mutuo Verde Aziende” è dunque rivolto alle imprese artigiane, industriali, commerciali, del turismo e dei servizi, a Enti e associazioni operanti nella zona di competenza della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.
Il prodotto è un mutuo ipotecario o chirografario, della durata minima di 24 mesi (preammortamento: fino a 6 mesi) e massima di 144 mesi (ipotecario) o 60 mesi (chirografario).
L’importo finanziato è il 100% dell’investimento su base imponibile (minimo di 10mila e massimo di 250mila euro); le spese di istruttoria sono pari allo 0,25% sull’importo erogato (minimo: 100 euro) e il tasso è l’Euribor 3m 365 gg + 1,00 (ipotecario) o l’Euribor 3m 365 gg + 1,50 (chirografario).

Le spese finanziabili sono l’acquisto e l’installazione di impianti solari termici e fotovoltaici, di caldaie utilizzanti biomasse, di impianti di geotermia, di valvole termostatiche per il controllo della temperatura, di impianti elettrici con impiego di dispositivi per il controllo dei consumi, di dispositivi per il controllo dei consumi di acqua potabile, l’isolamento/coibentazione per risparmio energetico, le coperture o rimozioni di tetti in amianto, gli impianti di depurazione, chiarificazione e recupero acque, l’abbattimento di fumi o di nebbie oleose, gli impianto per il riciclaggio dei materiali inquinanti, le cabine e rivestimenti per abbattimento dei livelli sonori.

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news