In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Fotovoltaico mondiale: ritmi di crescita esponenziali.

6 Febbraio 2008 - La produzione fotovoltaica mondiale nel 2007 Ŕ cresciuta del 50% rispetto al 2006, con 3.800 MW prodotti. La Germania Ŕ leader delle installazioni con 1.260 MW nel solo 2007. In forte espansione la produzione di celle in Cina.

 

Secondo quanto stimato dall' Earth Policy Institute (http://www.earth-policy.org/) la produzione di fotovoltaico nel mondo è arrivata a 3.800 MW, una cifra che porta la crescita annuale al 50%: era stata di circa 2.520 MW nel 2006. Alla fine del 2007 la produzione cumulativa mondiale ha toccato quota 12.400 MW. L’istituto di ricerca valuta che i tassi medi annuali di crescita dal 2002 sono stati del 48%: ogni due anni, quindi, la produzione fotovoltaica è raddoppiata.

Dal documento emerge che la curva di apprendimento del settore ha portato ad un dimezzamento del prezzo del modulo fotovoltaico dal 1990: da 7,47 $/Wp a 3,84 $/Wp (dato 2006). Con l’aumento dell’offerta di silicio i prezzi potrebbero scendere a 2 dollari già nel 2010. Nel lungo medio le lungo periodo ci saranno però diverse novità tecnologiche, oggi nella fase post-sperimentale, che potrebbero comportare una riduzione ancora più drastica dei prezzi.

Un fatto nuovo e significativo è che nel 2006, per la prima volta, oltre la metà della produzione di polysilicon è andata al fotovoltaico anziché ai chip dei computer. La scarsità di questa materia prima ha poi portato ad una crescita dei film sottili, che però hanno ancora una quota di mercato inferiore al 10%.

Tra i paesi produttori è stata impressionante la crescita cinese, passata da una quota mondiale dell’1% del 2003 al 18% nel 2007. La leadership mondiale per la Cina è prevista per quest’anno, quando supererà anche Europa e Giappone. Nelle prime tre posizioni tra le aziende produttrici troviamo la giapponese Sharp (con una quota di mercato che è scesa al di sotto del 50%), la tedesca Q-Cells e la cinese Suntech.

Il Giappone resta il primo paese al mondo per produzione di fotovoltaico, anche se negli ultimi anni, in fatto di installazioni, ha registrato un lieve rallentamento dei tassi di crescita, ma i valori sono pur sempre di un certo rilievo: 350 MW nel 2006 e una stima di 402 MW per lo scorso anno. Il governo nipponico ha però annunciato l’obiettivo di installare impianti fotovoltaici sul 30% degli edifici entro il 2030.

La Germania è nettamente la nazione leader nelle installazioni con circa 1.260 MW installati nel 2007 (erano 1.050 nel 2006). La Cina non ha invece ancora raggiunto grandi numeri per quanto concerne gli impianti in esercizio sia nel corso del 2006 che del 2007. Molto meglio hanno fatto, oltre al Giappone, gli Stati Uniti e la Spagna che quest’anno potrebbe superare gli 800 MW di installato totale. Buona la posizione dell’Italia che, secondo quanto indicato dal GSE, nel 2007 ha messo in esercizio poco più di 50 MW: un incremento di 5 volte rispetto al 2006.

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news