In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Fotovoltaico nelle scuole: bando Lombardia

30 Gennaio 2009 - Contributo in conto capitale per impianti fotovoltaici con potenze superiori ai 5 kWp per le scuole. Contributi fino al 30% e 4,3 milioni di euro di risorse a disposizione.

 

Sul Bollettino Ufficiale Regionale (Burl) n. 4 del 26 gennaio della Lombardia è stato pubblicato un bando in cui vengono messi a disposizione contributi a fondo perduto per l'installazione di impianti solari fotovoltaici nelle scuole lombarde, materne, elementari e medie, pubbliche e paritarie. Sono a disposizione complessivamente 4,3 milioni di euro.

La potenza installata degli impianti non deve essere inferiore a 5 kWp. L’installazione può riguardare le coperture, le strutture opache e/o trasparenti verticali, i frangisole, gli aggetti, ecc. sia degli edifici scolastici sia delle loro pertinenze, come palestre, parcheggi, laboratori, ecc. Non sono ammissibili al contributo gli impianti fotovoltaici installati sul terreno. Non rientrano fra quelli finanziabili gli interventi di ampliamento, di ristrutturazione o di sostituzione di parti di impianti fotovoltaici già esistenti.

Le spese ammissibili riguardano la fornitura e l’installazione dei moduli fotovoltaici, degli inverter e degli altri materiali e componenti necessari alla realizzazione degli impianti:
L’incentivo pubblico è rapportato alla potenza dell’impianto e non può superare il 30% del costo per kWp installato, al lordo dell’IVA. Il valore massimo del costo ammissibile per l’investimento (al lordo dell’IVA) è determinato dalla formula:

          Cmax  = 6.200 + 5.000/P

dove:

       Cmax è il costo massimo ammissibile in C/kWp
       P è la potenza nominale dell’impianto in kWp.

E’ riconosciuto un contributo del 50%, fino all’importo massimo di € 3.000, per le spese relative alla progettazione, al collaudo, alle opere edili necessarie all’installazione dell’impianto e alla certificazione energetica dell’edificio (gli enti pubblici possono avvalersi, fino all’1 luglio 2010, di certificatori energetici dipendenti dal proprio ente, da altro ente pubblico, o da società pubblica, accreditato secondo quanto previsto dalla d.g.r. 5018/07, come modificata con d.g.r. 8745/2008).

È inoltre previsto un contributo forfettario aggiuntivo di € 500 per l’installazione di un display informativo (obbligatorio) che dovrà essere collocato in un luogo visibile al pubblico e indicare la produzione di energia elettrica, sia giornaliera che complessiva cumulata, nonché il risparmio di CO2 ottenuto, evidenziando che l’impianto è stato finanziato con contributo di Regione Lombardia.

Le domande potranno essere presentate dal 1° febbraio 2009 saranno esaminate e, se valide, saranno ammesse a contributo seguendo l’ordine di arrivo al protocollo generale, fino ad esaurimento dello stanziamento disponibile.

Le domande e devono essere trasmesse a:

Regione Lombardia
Direzione Generale Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile
via Pola 12/14 - 20124 Milano

In alternativa è possibile presentare le domande anche presso una delle Sedi Territoriali della Regione Lombardia alle quali ci si può rivolgere anche per informazioni.

Il bando rende operativa una delibera approvata dalla Giunta regionale il 16 gennaio 2009, su proposta dell'assessore alle Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile, Massimo Buscami, in attuazione della dgr 8294/2008.

 

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news