In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Lazio: fondi POR su fotovoltaico e rinnovabili

25 Maggio 2009 - L’Assessorato all’Ambiente ha stanziato 38,7 milioni di euro: impianti fotovoltaici e solare termici per l’edilizia pubblica, illuminazione per lampioni stradali e semafori, rinnovabili ed efficienza energetica per le piccole medie imprese.

 

L’Assessorato all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio ha recentemente presentato tre bandi sulle fonti rinnovabili e l’efficienza energetica rivolti agli Enti locali e alle Piccole Medie Imprese, per un totale di quasi 39 milioni di euro di fondi POR.

Il primo bando, dell’importo di 16.250.000 milioni di euro (Burl del 14 maggio) incentiverà l’installazione di impianti a pannelli fotovoltaici negli edifici della pubblica amministrazione, degli Enti locali, delle Asl e delle aree protette. Al contempo lo stesso bando, per ottimizzare al meglio l’utilizzo dell’energia elettrica, finanzierà anche il solare termico per la sostituzione degli scaldabagni elettrici, dispositivi più energivori in assoluto tra quelli presenti nelle case e negli uffici.

Sono finanziabili, con un contributo pari al 20% delle spese ammissibili (80% per gli impianti realizzati su strutture scolastiche), gli interventi di installazione di impianti solari su strutture scolastiche, strutture sanitarie e altre strutture di proprietà pubblica.
Sono ammissibili al contributo pubblico gli interventi di installazione di impianti fotovoltaici di potenza nominale non superiore a 200 kWp integrati o parzialmente integrati nelle strutture e componenti edilizie e non integrati, purché completamente inseriti all’interno della sagoma della copertura dell’edificio, il cui costo di investimento non dovrà essere inferiore ad € 100.000.
Il costo di investimento potrà riferirsi ad un singolo impianto con potenza nominale non superiore a 200 kWp o a un “programma di interventi” ovvero una serie di impianti anche localizzati su superfici ed edifici differenti purché della stessa tipologia (strutture scolastiche, sanitarie, altri edifici pubblici) ed afferenti ad un’unica procedura di gara.

Sono anche ammissibili al contributo pubblico gli interventi di installazione di impianti solari termici che riducano almeno il 30% del fabbisogno annuo di energia elettrica per usi termici dell’edificio, ma solo se realizzati congiuntamente a un impianto fotovoltaico.

La realizzazione degli impianti dovrà essere avviata successivamente alla pubblicazione del bando. Le domande dovranno essere fatte pervenire a a Sviluppo Lazio SpA a partire dal 15 maggio ed entro e non oltre il 13 luglio 2009. I contributi saranno erogati secondo le graduatorie di merito redatte in base alla valutazione tecnica delle proposte, fino a esaurimento dei fondi disponibili.
Ai fini della redazione della graduatoria di merito, il punteggio terrà conto di diversi parametri legati all’efficacia dell’intervento (riduzione di CO2, contestuali interventi di efficientamento energetico sull’edificio, rimozione amianto etc.) e alla sua “cantierabilità” (completezza autorizzazioni, partecipazione capitale privato).

 

Il secondo bando riguarda l’illuminazione pubblica. Con uno stanziamento di 12,5 milioni di euro si vogliono rendere più efficienti le reti di illuminazione pubblica, risparmiando energia a parità di illuminazione e gli impianti semaforici.

 

Il terzo bando, in via di pubblicazione, fornisce risorse pari a 10 milioni di euro e si rivolge alle Piccole e Medie Imprese (PMI). I contributi verranno concessi nella misura del 50% delle spese ammissibili e non sono cumulabili con ulteriori contributi comunitari, nazionali, regionali o locali, salvo quanto disposto dalla normativa specifica. Tra gli interventi previsti anche quelli che riguardano i sistemi fotovoltaici, piccolo eolico e solare termico.

La domanda di contributo, secondo lo schema dell’avviso e corredata della documentazione richiesta, potrà essere trasmessa a Sviluppo Lazio a partire dal primo giorno lavorativo successivo alla data di pubblicazione del bando sul BURL ed entro e non oltre i 60 giorni successivi.

Per informazioni: Sviluppo Lazio SpA
http://www.sviluppo.lazio.it/

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news