In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Angal: completatele casette con pannelli fotovoltaici

23 Luglio 2009 - Sono finalmente conclusi i lavori per la costruzione delle sei casette destinate al personale medico operante presso l’ospedale di Angal. L’elettricità sarà fornita grazie ai pannelli fotovoltaici installati sui tetti.

 

Nuove casette per il personale medico di Angal: i pannelli fotovoltaici daranno loro la corrente elettrica!

L’iniziativa era partita a dicembre del 2007 con l’intento di costruire delle abitazioni dignitose per i medici, gli infermieri, le ostetriche e i tecnici di laboratorio, operanti presso l’ospedale di Angal, persone speciali che da tempo prestano il loro prezioso aiuto in un contesto non facile.

Grazie ai contributi ricevuti dai sostenitori dell’operato del Dott. Mario Marsiaj (si veda la pagina dedicata ad Angal nel nostro sito), che da anni con passione e dedizione segue la crescita della comunità di Angal, è stato possibile costruire diverse unità abitative di dimensioni ridotte (2 delle quali realizzate grazie al contributo di Enerpoint), ma dotate di elettricità prodotta grazie a un piccolo pannello solare installato su ogni abitazione.
Le casette sono inoltre ubicate vicino a un pozzo profondo 40 metri che permetterà loro di avere anche accesso all’acqua, bene preziosissimo quanto necessario per la vita.

Le casette verranno assegnate entro la fine di luglio 2009 secondo criteri precisi legati alla natura del lavoro svolto, all’anzianità, alla grandezza del nucleo familiare e via dicendo.

Auguriamo buon lavoro al Dott. Marsiaj e a tutti i suoi collaboratori nella speranza che possano riuscire a far crescere ulteriormente la piccola comunità di Angal portando valori positivi e sostenibili come hanno fatto fino ad oggi.

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news