In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Segnala ad un amico

Scambio sul posto: conguagli 2009

1 Luglio 2010 - Disponibili sul sito del GSE i dati per il conguaglio in conto scambio per il 2009,

 

E' stata avviata il 30 giugno 2010 nella sezione SSP del sito del GSE, la pubblicazione dei corrispettivi relativi al conguaglio tra il contributo in conto scambio per l’anno 2009 e i contributi riconosciuti in acconto nel corso dello stesso anno.

Tutti gli utenti dello scambio sul posto riceveranno via e-mail la comunicazione relativa alla pubblicazione di tali quote e tutte le informazioni riguardanti le tempistiche di pagamento e la fatturazione, nei casi in cui questa sia prevista.

 

Inoltre, a seguito delle molte segnalazioni di utenti dello scambio sul posto su ritardi e malfunzionamenti del servizio, l'AEEG (Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas) ha avviato un'istruttoria conoscitiva per verificare quanto segnalato.

 

Secondo le prime analisi condotte dall'Autorità i malfunzionamenti rilevati potrebbero anche essere stati causati dalla non disponibilità dei dati di misura necessari per poter calcolare correttamente il contributo erogato dal GSE. L'istruttoria, che dovrà concludersi entro 90 giorni, prenderà quindi in considerazione anche gli aspetti relativi alla modalità e ai tempi tecnici di trasmissione di tali dati.

 

Nel caso in cui al 30 giugno 2010 non siano ancora stati comunicati i dati utili per la valorizzazione del conguaglio, entro il 15 luglio 2010 il GSE erogherà un ulteriore acconto per l'anno 2009, salvo conguaglio, di importo pari a quello già riconosciuto ai sensi del punto 2 della deliberazione ARG/elt 184/08, pari a 50€ per ogni kW di potenza dell'impianto.

 

 

Fonte: GSE

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news