In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.

Forum ITALIA SOLARE: sblocco autorizzazioni e ripensamento del sistema energetico per decarbonizzare nel rispetto della equa concorrenza

1 Dicembre 2020 - Il presidente Rocco Viscontini ricorda la necessità di uscire al più presto dall’impasse delle richieste di autorizzazione bloccate e di risolvere il tema delle società partecipate che da un lato beneficiano dei vantaggi delle concessioni pubbliche e dall’altro sono concorrenti di molte aziende private.

 

Paolo Maria Rocco Viscontini

L’1 dicembre si è svolto online il 5° Forum di ITALIA SOLARE in cui il presidente Paolo Rocco Viscontini ha introdotto i lavori sottolineando l’essenzialità della risoluzione dei problemi legati agli iter autorizzativi degli impianti fotovoltaici, ricordando anche che è necessario superare le idee preconcette secondo cui il fotovoltaico è un problema per i terreni agricoli, quando la realtà è proprio il contrario: il fotovoltaico può e deve essere un’opportunità per il mondo agricolo. Infatti tra le file di moduli è assolutamente possibile portare avanti le coltivazioni. In pratica, l’agricoltore potrebbe benissimo integrare il proprio reddito agricolo con gli introiti derivanti dall’ospitare sui propri terreni delle strutture con moduli fotovoltaici. Stato e regioni non hanno ancora inteso che l’interesse di investitori nazionali e internazionali è un’opportunità da non perdere per decarbonizzare creando occupazione nell’ambito del fotovoltaico aiutando nel contempo un settore, quello agricolo, spesso in difficoltà.

Le installazioni in Italia sono ampiamente sotto il GW all’anno, quando invece, per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione a cui ci siamo impegnati nei confronti dell’Europa, dovremmo installare almeno 3-4 GWp/anno. Se poi andiamo a vedere l’obiettivo di decarbonizzazione totale del 2050, occorre puntare 6-8 GWp/anno! E’ un dato reale, calcolato dall’RSE, il massimo centro di ricerche nazionale sulle rinnovabili.

Per arrivare a questi numeri occorre non solo sbloccare le autorizzazioni, ma anche reimpostare lo stesso sistema energetico nazionale, partendo dall’unbundling proprietario, che significa evitare che chi gestisce le reti in regime di monopolio possa operare sui mercati, anche in altre fasi della carenza del valore dell’energia, in concorrenza con il settore puramente privato. E’ chiaro infatti che chi beneficia di ricavi certi consentiti dalla gestione di un monopolio non può poi usare questa sua posizione, che significa immagine, finanza e informazioni, per operare nei mercati competitivi che stanno a monte (produzione) come a valle (vendita energia o realizzazione impianti conto terzi).

Il Forum di ITALIA SOLARE, seguito da oltre 900 persone, ha visto l’alternarsi di personalità di spicco e veri esperti del settore fotovoltaico italiano, confermando ancora una volta di rappresentare l’evento di riferimento dell’anno per il settore fotovoltaico nazionale.

 

Seguici su: LinkedIn Twitter

> Ritorna alle news