Le nostre Notizie

27/09/2006

A breve i ritocchi sul conto energia fotovoltaico

Nelle prossime settimane ci sarà lo schema di un nuovo provvedimento per il fotovoltaico
e, con la Conferenza Stato Regioni che si avrà a ottobre, si potrà concludere
la ridefinizione dei criteri di accesso e di contributo, i premi ai risparmiatori
di energia e l’introduzione del meccanismo che privilegia l'impianto già installato.

Queste le principali novità annunciate da Gianni Silvestrini del Comitato,
direttivo European PV Platform e da poco consigliere per l'energia e l'ambiente
del Ministro dello Sviluppo economico, Bersani, in occasione del seminario
promosso dall'Enea e dal Kyoto Club su ''Il fotovoltaico: sviluppo della ricerca
e opportunità per l'industria".
Secondo Silvestrini “Il principio degli incentivi
va bene ma i criteri vanno rivisitati. Vogliamo che si crei un'industria italiana
delle rinnovabili, ma per fare questo occorre anche fornire certezze".

Fabrizio Fabbri del Ministero dell'Ambiente e responsabile della Commissione Nazionale
per il Solare, in merito al nuovo testo sugli incentivi al fotovoltaico ha annunciato:
"Stiamo lavorando per ridefinire i criteri di accesso e di contributo perché il programma
di aiuti in atto ha determinato la corsa a impianti a terra e a grandi impianti.


Per evitare che un campo agricolo diventi un enorme pannello solare per la produzione
di elettricità fine a se stessa - ha spiegato Fabbri - si sta pensando di introdurre
un meccanismo che privilegi l'impianto realizzato e di fare in modo di legare la produzione
al consumo''. Premi sono previsti per chi, accanto al solare, otterrà un risparmio del 20%
dei consumi.